Giuseppe Rossi: La sfida più difficile

La sfida più difficile. Già.

Tiene banco in queste ore a Firenze la possibilità che Giuseppe Rossi possa cambiare maglia (definitivamente o no che sia) per avere la possibilità di tornare a giocare con una certa continuità.
Il tecnico della Fiorentina Paulo Sousa è stato quanto mai chiaro: "Giuseppe lo aspetto, ma ancora non è pronto, non è al passo degli altri". Chiaro, netto, deciso. Parole di sport e di logica sportiva per un allenatore di una grande squadra che punta a traguardi prestigiosi.

Questa è in effetti la sfida più difficile per Giuseppe Rossi: dimostrare a se stesso ed a chi lo circonda (in particolare proprio il suo allenatore) che sta tornando l'atleta forte di un tempo, dopo i mille infortuni di grave entità che ne hanno compromesso la continuità sportiva e la possibilità di mantenersi su un livello di performance ottimale e costante nel tempo (forte dell'immenso valore tecnico posseduto).

Ha lottato, tenuto duro per anni con una resilienza sportiva eccellente, senza mai mollare e perdere fiducia nelle possibilità di recupero atletico e psicologico. 
Ha superato ricadute e nuovi infortuni, operazioni, traumi e difficoltà emotive tipiche di atleti che incorrono in così tanti incidenti sul campo.

Insomma, in una scala da 1 a 100 Rossi è salito con calma e fiducia fino ai gradini più alti...il 97esimo, 98esimo, 99esimo....
Manca l'ultimo tassello, il numero 100: recuperare minuti di gioco e trasmettere all'allenatore la sua voglia e motivazione di riemergere in via definitiva. 

Mi resta il dubbio che andarsene adesso potrebbe comportargli in futuro l'idea di non aver "completato del tutto il processo" con la maglia viola. 
Talvolta, è proprio questo ultimo "step" ad essere il più pesante sul piano mentale, ma anche il più gratificante.
Non si tratta di dare adito ad un pericoloso perfezionismo, ma piuttosto di concedersi la possibilità di completare un lavoro che ha tutte le premesse valide per essere portato fino in fondo.


Share on Google Plus

Info su Dott.Fabio Ciuffini Psicologo dello Sport

Psicologo dello Sport e Mental Trainer. Albo Regione Toscana 4521. Iscritto all'Associazione Italiana Psicologi dello Sport e membro del progetto PDS, Psicologi dello Sport. Cofondantore presso CalcioScouting.com. Ricevo ad Altopascio (Lucca) o Prato (PO)
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento